nursind

ASP e Ospedali

L'allarme

Asp di Catania, il Nursind: «Grave carenza di infermieri e OSS»

Secondo il sindacato provinciale sono a rischio le normali attività legate all’assistenza ai pazienti.

Tempo di lettura: 2 minuti

Mancano operatori sociosanitari e infermieri in tutta l’Asp di Catania e sono a rischio le normali attività legate all’assistenza ai pazienti». Lo sostiene il Nursind Catania, aggiungendo: «Nei mesi scorsi era stato preso l’impegno da parte dell’Asp di procedere con lo scorrimento delle graduatorie entro marzo ma questo non è avvenuto».

Secondo la segreteria territoriale del sindacato, «la severa mancanza di figure di supporto per gli infermieri, cioè di operatori sociosanitari, determina un estremo disagio poiché sono costretti a svolgere e a occuparsi in maniera non marginale di attività domestico alberghiere, socio-sanitarie e di altro tipo, che non appartengono alla propria qualifica, producono ritardi nella somministrazione della terapia, rilevazione parametri, sorveglianza dei pazienti, e dunque spesso non permette di rispettare il piano terapeutico di cure impartito, con serie ripercussioni e ricadute negative sui livelli essenziali di assistenza».

Il Nursind ha inviato ai vertici dell’Asp di Catania una nota nella quale si esprime la «fondata preoccupazione» per la grave carenza di infermieri e operatori sociosanitari che sono in essere presso i presidi ospedalieri di tutta l’Asp.

«Riteniamo che tale situazione abbia raggiunto ormai un limite insostenibile- dichiara il segretario territoriale e vicesegretario nazionale, Salvatore Vaccaro (nella foto di Insanitas)- con gravi ripercussioni per i pazienti e per gli stessi operatori, per cui chiediamo che in maniera urgente, ovvero entro il mese di giugno, che vi sia un apprezzabile reclutamento e immissione in servizio di infermieri e oss».

Con l’avvento dell’estate, la grave carenza di personale determina un aumento significativo del carico di lavoro per i lavoratori, sicuramente disagevole per gli stessi e potenzialmente pericolosa per i pazienti nei vari presidi dell’Asp.

«Nonostante gli impegni assunti nel recente passato- continua Vaccaro- permangono gravi le condizioni assistenziali in tutta l’azienda sanitaria di Catania. Siamo preoccupati, per questo dobbiamo continuare la nostra battaglia a tutela dei lavoratori e a difesa del diritto alla salute dei cittadini».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche