ASP e Ospedali

I dettagli

Asp di Catania, arriva l’assunzione per 15 radiologi

Con queste nuove, nel corso del 2021 l’Azienda sanitaria ha reclutato, fino ad ora, 799 nuove risorse professionali, fra dirigenti medici e operatori del comparto.

Tempo di lettura: 4 minuti

CATANIA. Assunti 15 radiologi all’Asp di Catania. Prenderanno servizio a partire dall’1 gennaio 2022, presso le Unità Operative di Radiologia dei sette Ospedali dell’Asp di Catania, con le seguenti assegnazioni: 5 radiologi per Ospedale di Biancavilla; 2 per l’Ospedale di Bronte; 2 per l’Ospedale di Caltagirone; 2 per l’Ospedale di Giarre; 2 per l’Ospedale di Militello V.C.; 1 per l’Ospedale di Acireale e 1 per l’Ospedale di Paternò.

«Con la sigla di questi ultimi contratti chiudiamo un anno di lavoro che, sotto il profilo assunzionale, ha fatto segnare buoni risultati – afferma il manager dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza -. Siamo contenti perché immettiamo linfa nuova nei servizi, anche se non completamente soddisfatti perché in alcune discipline ci confrontiamo con gravi criticità dovute alla carenza di specialisti. Non ci fermiamo innanzi alle difficoltà però, anzi rilanciamo il nostro impegno con determinazione per il nuovo anno».

Presenti alla firma dei contratti, il direttore amministrativo e il direttore sanitario dell’Azienda sanitaria, rispettivamente Giuseppe Di Bella e Antonino Rapisarda; il direttore del Dipartimento di Diagnostica per immagini, Vincenzo Ricceri; il direttore dell’UOC Risorse umane, Santo Messina; la dirigente responsabile dell’UOS Reclutamento risorse umane, Fabrizia Tiralongo.

Nel corso dei mesi di novembre e dicembre sono stati, inoltre, assunti:
2 dirigenti medici di Neurologia (per l’Ospedale di Caltagirone e il Distretto sanitario di Catania)
5 dirigenti medici di Chirurgia (2 per l’Ospedale di Giarre, 2 per l’Ospedale di Militello e 1 per l’Ospedale di Caltagirone)
5 dirigenti medici di Ginecologia (4 per l’Ospedale di Biancavilla e 1 per l’Ospedale di Caltagirone)
4 dirigenti medici di Pronto Soccorso (3 per l’Ospedale di Giarre e 1 per l’Ospedale di Acireale)
1 dirigente medico di Geriatria (per l’Ospedale di Giarre)
3 tecnici della prevenzione;
10 coadiutori amministrativi (appartenenti alle categorie protette ex legge 68/1999)

Il prossimo 30 dicembre firmeranno, inoltre, il contratto di lavoro 2 dirigenti medici di Urologia che saranno assegnati all’Ospedale di Caltagirone. Soddisfazione è espressa da Di Bella per i risultati raggiunti dall’UOC Risorse umane: «Gli Uffici stanno svolgendo un ottimo lavoro. Tutte le procedure sono state informatizzate, in modo da semplificare i processi e ridurre i tempi. Il risultato conseguito oggi ci ripaga dell’impegno profuso. Spesso, tuttavia, nonostante il grande lavoro svolto, non sono stati coperti tutti i posti disponibili in organico, imponendo così di ripartire daccapo. Non ci fermiamo quindi, e dopo avere scorso tutte le graduatorie attive, abbiamo già deliberato l’indizione di nuovi concorsi per le aree dove registriamo maggiore carenza».

Con queste nuove assunzioni, nel corso del 2021, dal mese di gennaio a oggi, l’Azienda sanitaria ha reclutato, fino ad ora, 799 nuove risorse professionali, fra dirigenti medici e operatori del comparto.

«Puntiamo a dare stabilità ai servizi e a garantire continuità assistenziale, secondo la programmazione regionale e aziendale- spiega Rapisarda-. Abbiamo immesso in servizio centinaia di operatori vincitori di concorso e abbiamo anche concluso molte selezioni per incarichi di direzione di strutture complesse, nominando ben 18 nuovi primari. Facciamo però i conti con il blocco delle assunzioni degli anni precedenti e con la carenza oggettiva di medici specialisti a livello di sistema».

Nel dettaglio sono stati assunti 258 dirigenti (di cui: 219 medici; 30 dirigenti non medici e farmacisti; 9 dirigenti dell’area professionale-tecnica-amministrativa) e 541 operatori del comparto. Sono stati 52 gli operatori stabilizzati e 84 gli operatori in mobilità in entrata.

La quota maggiore di nuovi assunti, ben 422, è stata assegnata complessivamente ai sette Ospedali aziendali, nel modo seguente:

Incrementato anche il personale in servizio presso 9 Distretti sanitari:

Fra i Dipartimenti sanitari si evidenza l’assegnazione di 145 nuovi operatori al Dipartimento di Prevenzione (36 dirigenti e 109 comparto), per rispondere meglio e con più efficacia alle attuali istanze assistenziali. Il dato delle assunzioni è, inoltre, più significativo se confrontato con il numero di personale entrato in quiescenza, sempre nello stesso arco di tempo (2021), corrispondente a 327 unità.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche