ASP e Ospedali

L'annuncio

Asp di Catania, arriva la stabilizzazione per 75 precari Covid

Si tratta di personale appartenente a vari profili, dirigenziali e di comparto, in possesso dei requisiti utili. Ecco i dettagli

Tempo di lettura: 2 minuti

Arriva la stabilizzazione per 75 operatori dell’Asp di Catania. Si tratta di personale appartenente a vari profili, dirigenziali e di comparto, in possesso dei requisiti utili per il superamento del precariato previsti dalla Legge di Bilancio 2022 (Legge 234/01), relativa alla stabilizzazione del personale precario impegnato durante l’emergenza pandemica da Covid-19.

Fra di loro 19 collaboratori amministrativi, 34 assistenti amministrativi e 22 dirigenti (medici, biologi, farmacisti e psicologi).
Con la conclusione di queste ultime procedure, all’Asp di Catania, nel corso del 2023, sono stati complessivamente stabilizzati 249 operatori, di cui: 52, fra personale dirigenziale e del comparto, con la Legge Madia; e 197 operatori, con varie qualifiche, ex precari Covid.

«Raggiungiamo un nuovo importante traguardo grazie al quale segniamo la fuoriuscita dal precariato di centinaia di professionisti- dichiara il commissario straordinario dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza– Con questi nuovi ingressi diamo anche maggiore stabilità ai servizi immettendo nuove energie e competenze. Con il direttore sanitario, Antonino Rapisarda, e il direttore amministrativo, Giuseppe Di Bella, esprimiamo la nostra soddisfazione agli Uffici per il grande lavoro svolto».

Sono state poco meno di 1100 le istanze esaminate dall’UOC Risorse Umane, diretta da Santo Messina. Ulteriori 16 posti, per comparto e dirigenza, saranno coperti con procedura concorsuale riservata agli ex precari Covid, su un totale di 21 ammessi.

Sempre con riferimento al bacino del personale precario impegnato durante l’emergenza pandemica da Covid-19, nei prossimi giorni saranno definite, anche, le procedure di stabilizzazione per il personale dei ruoli sanitario e sociosanitario, che porterà alla stabilizzazione di 216 operatori: si tratta di assistenti sociali, educatori professionali, infermieri, operatori socio sanitari, ostetriche, tecnici della prevenzione, tecnici di laboratorio e tecnici di radiologia medica.

A queste seguiranno, immediatamente dopo, le procedure di stabilizzazione per operatori del ruolo tecnico e professionale, per ulteriori 74 posti riservati, complessivamente, alla stabilizzazione di assistenti tecnici, collaboratori tecnici professionali ingegneri, dirigenti ingegneri, operatori tecnici informatici, programmatori (assistenti informatici).

Infine, sono in via di conclusione le procedure concorsuali per la stabilizzazione di: 1 biologo, 1 laureato in Scienze motorie, 3 tecnici della prevenzione, 4 dirigenti medici.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche