Angelina Pintaudi

Arresto cardiaco in sala parto, la Polizia indaga sul decesso di Angelina Pintaudi

25 Ottobre 2019

Sequestrata la cartella clinica. Adesso si attende la decisione del magistrato che probabilmente disporrà un'autopsia

 

di

Al via le indagini sulla tragica morte di Angelina Pintaudi, la giovane madre deceduta ieri all’Ospedale “Barone Romeo” di Patti mentre, in sala parto, stava dando alla luce il suo secondo figlio. Stando alle prime ricostruzioni la donna di 38 anni sarebbe stata colta da un arresto cardiaco che non le ha dato scampo. L’equipe dei medici presenti in sala parto sono riusciti a far nascere il bambino ma per la violinista di Sant’Angelo di Brolo non c’è stato nulla da fare.

I familiari nella tarda mattinata di ieri, appena appresa la tragica notizia, hanno chiamato la Polizia del Commissariato di Patti che adesso indaga sulla vicenda ed ha già proceduto al sequestro della cartella clinica. Adesso si attende la decisione del magistrato che probabilmente disporrà un’autopsia per fornire un ulteriore contributo alla ricerca delle cause del tragico decesso. Ad cercare di comprendere cosa sia potuto succedere non è solo la Polizia ma anche l’ASP di Messina che ha avviato un’indagine interna.

“Abbiamo avviato un’indagine interna per capire cosa sia successo – conferma il direttore sanitario dell’Asp di Messina, Domenico Sindoni – al momento posso solo esprimere tutto il nostro profondo dispiacere per la morte della paziente”. Il sindaco di Sant’Angelo di Brolo ha annunciato il lutto cittadino per il giorno in cui verrà celebrato il funerale. Angelina Pintaudi, oltre al bambino appena nato, lascia il marito ed una bambina di tre anni, anche lei nata con parto naturale.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV