Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Il resoconto

Arnas Garibaldi, iniziativa di musicoterapia all’Hospice

Rivolta ai malati in fase terminale di malattia ricoverati nel reparto Hospice Adulti e Pediatrico e a quelli Covid-19 ricoverati nell’attiguo reparto Malattie Infettive.

Tempo di lettura: 3 minuti

In occasione della “Giornata mondiale del malato”, dedicata alle persone malate e sofferenti, presso l’U.O.D. Hospice “Giovanni Paolo II” dell’Arnas Garibaldi Nesima di Catania è stata realizzata una iniziativa rivolta ai malati in fase terminale di malattia ricoverati nel reparto Hospice Adulti e Pediatrico e ai malati Covid-19 ricoverati nell’attiguo reparto Malattie Infettive.

L’iniziativa è consistita nella trasmissione, tramite l’impianto di filodiffusione presente in entrambi i reparti, di musica strumentale dal vivo. La giornata si è aperta con i saluti del Dott. Orazio D’Antoni, Responsabile f.f. dell’U.O.D. Hospice “Giovanni Paolo II” dell’Arnas Garibaldi Nesima di Catania. A seguire Monsignor Giuseppe Maieli ha proposto una riflessione sul significato che la Giornata mondiale del malato riveste da un punto di vista spirituale; quindi la dott.ssa Maria Letizia Leonardi, musicoterapeuta operante nell’Hospice “Giovanni Paolo II” dell’A.R.N.A.S. Garibaldi Nesima di Catania, e la dott.ssa Loredana Vasta, musicoterapeuta dell’Hospice Kairòs di Siracusa, hanno eseguito alcuni brani tra i quali Le Onde di Ludovico Einaudi e Imagine di John Lennon,utilizzando rispettivamentetastiera e arpa.

L’obiettivodell’iniziativa è stato quello di offrire un momento di sollievo ai malati ricoverati attraverso il linguaggio universale della musica. In un momento difficile come quello determinato dalla Pandemia Covid-19, che ha causato situazioni di isolamento dei malati ricoverati, fare giungere loro una “voce” e un “contatto” dall’esterno rappresenta un’importante forma di cura.

L’idea del progetto è partita dall’osservazione di un aspetto comune tra le due diverse tipologie di malati: la condivisione del momento di solitudine, impotenza e sofferenza. Alla fine dell’esibizione musicale, è stato raccolto il feedback da parte dei malati e dagli operatori sanitari presenti in reparto attraverso la somministrazione di un questionario appositamente strutturato dalle Dott.sse Selene Bruccheri e Maria Pantellaro, entrambe Psico-oncologhe operanti presso l’U.O.D. Hospice “Giovanni Paolo II” dell’A.R.N.A.S. Garibaldi Nesima di Catania, le quali hanno rivestito un ruolo attivo nella progettazione dell’iniziativa.

Dalla raccolta dei dati ricavati dai questionari, si è rilevato che l’ascolto dei brani tramite filodiffusione ha prodotto effetti di rilassamento sia nei malati ricoverati sia negli operatori sanitari in turno.

Gli obiettivi raggiunti ci incoraggiano a sviluppi futuri di questa iniziativa motivata dall’intento di offrire sollievo non solo alle persone malate ma anche agli operatori sanitari che se ne prendono cura, esponendosi quotidianamente alla realtà complessa e faticosa del fine vita da una parte, nonchè ai rumori incessanti dei macchinari attivi 24 ore su 24 di un reparto Covid-19 dall’altra.

L’iniziativa realizzata è in linea con quanto espresso da Papa Francesco in occasione della celebrazione di questa importante giornata: “… i medici, gli infermieri, i professionisti e i volontari si fanno carico di coloro che soffrono per accompagnarli in un percorso di guarigione, grazie a una relazione interpersonale di fiducia. Una società è tanto più umana quanto più sa prendersi cura dei suoi membri fragili e sofferenti, e sa farlo con efficienza animata da amore fraterno, tendiamo a questa meta e facciamo in modo che nessuno resti da solo…”.

I promotori dell’iniziativa ringraziano il Direttore Generale Fabrizio De Nicola, il Direttore Sanitario Giuseppe Giammanco, il Direttore Sanitario di Presidio Graziella Manciagli, il Direttore Amministrativo Giovanni Annino e il Prof. Bruno Cacopardo, Direttore U.O.C. Malattie Infettive dell’Arnas Garibaldi Nesima di Catania “per aver accolto con entusiasmo l’iniziativa proposta”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati