Unità operative stabilizzare

ASP e Ospedali

Il report del 118

Arnas Civico di Palermo, in calo i tempi di sbarellamento dei pazienti nei Pronto soccorso

Il report del 118 e il commento del direttore generale Giovanni Migliore: «Al Di Cristina e al Civico sono stati rispettivamente inferiori ai 15 e 30 minuti, cioè i più bassi in tutta la città».

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. La fonte è il report periodico prodotto dalla Centrale operativa del 118: a dicembre del 2016, i tempi medi di affidamento e “sbarellamento” dei pazienti nelle aree di emergenza degli ospedali Di Cristina e Civico sono stati rispettivamente inferiori ai 15 e 30 minuti, vale a dire i più bassi a Palermo.

Un dato così commentato da Giovanni Migliore (nella foto), direttore generale dell’Arnas Civico: «Si tratta di risultati che contribuiscono significativamente al regolare funzionamento del sistema di emergenza- urgenza, poiché in tal modo viene pure reso disponibile un numero maggiore di ambulanze rispetto alle altre strutture ospedaliere cittadine».

Dove, invece, a quanto sembra le attese sono maggiori: «Nello stesso periodo sono state di 45 minuti all’ospedale Ingrassia, 50 al Policlinico, 70 al Cervello e 92 a Villa Sofia».

Il direttore generale «ringrazia i professionisti dell’emergenza di Arnas Civico che quotidianamente svolgono un impegnativo lavoro al servizio dei pazienti».

Inoltre Migliore fa il punto sull’iter degli interventi di potenziamento dell’area di emergenza: «Il nuovo pronto soccorso avrà un reparto di radiologia dedicato con Tac di ultima generazione e un sistema di posta pneumatica per il trasferimento dei prelievi al laboratorio. Le attività sanitarie, incluse quelle di ricovero e osservazione breve intensiva, saranno su un unico livello di circa 1600 mq. I lavori si protrarranno sino al 30 giugno 2017 e, quindi, durante questo periodo saranno temporaneamente ridotti gli spazi a disposizione delle attività sanitarie. Pertanto abbiamo deciso di implementare la dotazione organica dell’area di emergenza».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.