risonanza magnetica Arnas Civico Neuroradiologia ospedale civico agitazione

Arnas Civico, la replica della FesMed: «Ostetricia e Ginecologia Oncologica sono due eccellenze»

26 Set 2018

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del sindacato che contesta i dati resi noti durante una conferenza stampa da altre sigle sindacali.

 

di

Dopo l’articolo relativo all’attacco dei sindacati sulla gestione di Giovanni Migliore all’Arnas Civico di Palermo, riceviamo e pubblichiamo questa lettera inviata ad Insanitas dalla Fesmed.

«Gent.mo Direttore,

all’interno del vostro articolo riportante la conferenza stampa delle sigle sindacali AnaaoAssomed, Ugl Medici, Cimo, Anpo, Snr e Uil Medici, tra i numerosi punti affrontati e contestati alla governance all’ARNAS Civico dell’uscente DG Giovanni Migliore, sono state riportate delle informazioni relative alla UOC di Ostetricia e Ginecologia e dalla U.O.C. di Ginecologica Oncologica dell’Ospedale Civico non rispondenti al vero».

«Non rispondono assolutamente al vero, come confermato dallo stesso Prof. Luigi Alio, Direttore dell’UOC di Ostetricia e Ginecologia, i dati “ allarmanti ” relative alla “ drastica riduzione dei medici in reparto e un aumento consistente delle ore lavorative ”. L’organico attuale è rappresentato da 20 medici e il piano di lavoro prevede la guardia attiva h 24 con n° 2 medici per turno».

«Quanto sopra, smentisce totalmente la “ drastica riduzione dei medici in reparto” e la causa relative alla “ creazione di un secondo polo distaccato e non necessario dedicato alla ginecologia oncologica per un aumento minimo di interventi all’anno ”, come sottolineato da Massimo Geraci (AnaaoAssomed) che, attingendo a non si sa quale fantomatica fonte, riferisce che “ sono 100 gli interventi chirurgici che si sono aggiunti in un anno e corrisponde allo 0,35%».

«Come riferisce il Direttore d ell’UOC di Oncologia Ginecologica, Prof. Vito Chiantera, preme sottolineare come questi numeri siano destituiti di alcun fondamento e nello specifico, gli interventi eseguiti dal Maggio 2016 (data di attivazione delle U.O.C.) alla data odierna sono esattamente n° 1132 che divisi per 29 mesi di attività fanno 39 interventi al mese ed esattamente 468 interventi all’anno».

«Sono stati inoltre effettuati ad oggi 827 interventi maggiori in pazienti affetti da tumori della sfera genitale, di cui 338 per cancro Ovarico avanzato o recidivante, 147 per cancro della Cervice, 158 per cancro dell’Endometrio, 121 per altri tumori e 63 per patologie onco-correlate».

«Negli ultimi due anni il tasso di interventi per pazienti extra regionali è oscillato dall’8 al 18%; il centro accoglie ogni settimana oltre 10 nuove diagnosi di tumori ginecologici con indicazione chirurgica e ad oggi quasi 150 pazienti sono in attesa di un intervento chirurgico (come facilmente rilevabile dalle liste di attesa)».

«Questi numeri, oltre a rendere l’UOC il primo centro di Ginecologia Oncologica della Sicilia Occidentale, sono assolutamente in linea con lo standard oncologico offerto da altri centri  di riferimento regionale e, da un confronto su scala nazionale il centro di Ginecologia Oncologica del Civico si colloca tra i migliori dieci centri d’Italia, dato ancor più lusinghiero se si considera la recentissima data di attivazione dell’UOC stessa (2016)».

«Questi numeri, uniti alla concomitante produzione scientifica su scala internazionale, all’attivazione di un percorso dedicato alla ricerca delle mutazioni BRCA e ai meeting internazionali focalizzati sulla patologia oncologica, ne fanno una eccellenza regionale e nazionale».

«FESMED è il Sindacato che rappresenta i ginecologi e i chirurghi ospedalieri ed è fortemente impegnato, anche nell’ambito dell’Intersindacale, sui molteplici fronti che oggi caratterizzano il declino della sanità pubblica e le gravi disfunzioni. In particolare, conduce molteplici azioni in ambito regionale e nazionale nel complesso ambito della tutela della sicurezza e qualità dei punti nascita e dei servizi ginecologici ad alta complessità come l’oncologia ginecologica».

«L’Arnas Civico, per l’ Ostetricia e la Ginecologia e per l’Oncologia Ginecologica rappresenta nell’ambito cittadino, regionale e nazionale una assoluta eccellenza. Nel rispetto dei ruoli sindacali, finalizzati alla costante tutela della sicurezza e della qualità dei servizi per i pazienti e gli operatori, bisogna certamente denunciare le disfunzioni e il mal governo della sanità pubblica ma anche sostenere i reparti, che non certo per meccanismi metafisici, erogano servizi di elevata qualità».

Raffaela Di Natale (Delegato Aziendale ARNAS Civico FESMED),

Giuseppe Canzone (Segretario Regionale FESMED),

Giuseppe Ettore (Presidente Nazionale FESMED)

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV