Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
campagna vaccinale arnas civico rsu premio produttività arretrati

ASP e Ospedali

Il decreto sul piano di rientro

Arnas Civico, la Fials: «Avevamo già denunciato che i conti sono in rosso»

Mario Di Salvo interviene sul decreto di rientro imposto da Razza: «Noi non abbiamo mai voluto firmare i piani aziendali adottati dalla precedente amministrazione proprio perché essi, in tutta evidenza, presentavano spese insostenibili».

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «La segreteria aziendale Fials Arnas Civico non ha mai voluto firmare i piani aziendali adottati dalla precedente amministrazione proprio perché essi, in tutta evidenza, presentavano spese insostenibili».

Lo afferma Mario Di Salvo, segretario aziendale Fials al Civico, intervenendo sul decreto assessoriale che ha imposto piani di rientro a cinque aziende sanitarie siciliane (leggi qui).

«A testimonianza di tutto questo- prosegue Di Salvo- basta leggere i verbali relativi alle varie sottoscrizioni. Lo stesso non si può dire di molte altre sigle sindacali, le quali hanno sempre firmato la qualsiasi senza neanche capire il contenuto dei documenti di programmazione strategica e finanziaria. Adesso sarebbe corretto far coprire il buco a coloro che hanno messo in atto tutto questo, rispondendone con i propri beni personali, a iniziare da chi ha pure ricevuto il premio produttività erogato dall’assessorato stesso, con ben 15 mila euro annui, per aver “centrato gli obiettivi».

Infine, Di Salvo sottolinea: «Spero che la magistratura contabile, anziché tirare solo le orecchie e poi lasciare che sia il personale e l’utenza a subire i danni, questa volta punisca i responsabili di questa vergogna».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati