arnas civico rsu premio produttività arretrati

Arnas Civico, in arrivo il pagamento degli arretrati per oltre 400 dipendenti

12 Aprile 2019

I lavoratori riceveranno da 700 euro per le categorie più basse fino a mille euro netti per quelli inquadrati in D. L'annuncio è stato dato dal commissario straordinario ai sindacati.

 

di

PALERMO. In arrivo con le spettanze di aprile il pagamento delle fasce a oltre 400 dipendenti del Civico. Gli aumenti economici per le varie categorie sono adesso entrati a regime e saranno erogati assieme agli arretrati.

I lavoratori riceveranno da 700 euro per le categorie più basse fino a mille euro netti di arretrati per i dipendenti inquadrati in D.

Il commissario straordinario Roberto Colletti ha riferito la notizia ai segretari aziendali di tutte le organizzazioni sindacali.

Lo comunicano Giuseppe Pizzo (Uil Fpl), Vincenzo Augello (Nursind,) Mario Di Salvo (Fials-Confsal) e Giuseppe La Barbera (Nursing Up), Aurelio Guerriero (coordinatore Rsu e segretario territoriale del Nursind), Biagio Paradiso (presidente Rsu) e Pippo Piastra (coordinatore regionale degli infermieri della Uil Fpl).

L’accordo prevede la liquidazione delle Peo a partire dal primo gennaio 2018 per il personale che ne aveva diritto ed era in graduatoria e interessa tutto il personale. Una battaglia che proprio il coordinatore Rsu, Aurelio Guerriero, porta avanti da anni e su cui in tanti inizialmente non avevano creduto.

I sindacati evidenziano che adesso è il momento di iniziare a discutere delle questioni relative al personale in quanto nelle corsie ormai i colleghi sono stremati, e quindi mobilità del personale sanitario, precari, e non ultimo il problemi degli amministrativi.

«Devono essere temi discussi con urgenza coi vertici aziendali- spiegano i sindacati- per garantire migliori condizioni lavorative a vantaggio soprattutto di tutta l’utenza. Di tutto questo abbiamo avuto ampie garanzie dal commissario Colletti. Solo potenziando l’organico e rivedendo gli atti aziendali sarà possibile colmare i vuoti in organico e rendere più efficienti i servizi svolti e l’assistenza».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV