fede disavanzo triage soccorso amministrativo organico carenza personale civico

ASP e Ospedali

Ma il commissario smentisce

Arnas Civico, il grido d’allarme dei sindacati: «Al Pronto soccorso carenze di organico e disagi»

Secondo Fials, Uil Fpl e Nursing Up al momento le aree di emergenza risultano prive di 10 infermieri, 10 medici e almeno 20 Oss, oltre che di uno psicologo. Indetto lo stato di agitazione. Ma il Commissario Migliore, dati alla mano, smentisce.

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. Un richiamo alla giusta attenzione, ma soprattutto la volontà di “remare” tutti nella stessa direzione. Fials, Uil Fpl e Nursing Up, il sindacato degli infermieri siciliani, hanno scritto al direttore generale dell’Arnas Civico Giovanni Migliore per chiedere di tenere alta l’attenzione sulla questione dotazione organica.

Secondo i firmatari della nota congiunta, Giuseppe Pizzo, Mario Di Salvo e Giuseppe La Barbera, per garantire l’efficienza nella nuova area di emergenza del Civico di Palermo è necessaria la presenza di 40 medici, 70 infermieri, 50 Oss e due psicologi.

«Al momento, però- si legge nella nota- le aree risultano prive di 10 infermieri, 10 medici e almeno 20 Oss, oltre che di uno psicologo. Ed i disagi aumenteranno in vista delle ferie estive».

Una situazione evidenziata qualche giorno fa nel corso di un’assemblea con gli operatori dell’Area di Emergenza dell’Arnas, alla presenza dei vertici del nosocomio palermitano e che porta oggi le tre sigle ad indire lo stato di agitazione di tutto il personale del pronto soccorso del Civico e del Di Cristina con la richiesta di un “incontro urgente per trovare certe ed immediate”

«Non è un attacco al direttore Migliore– specifica Mario Di Salvo, segretario aziendale Fials Civico- Credo, però, che per garantire il diritto al paziente di essere curato in condizioni dignitose sia necessaria la collaborazione di tutti”.

Precisa Giovanni Migliore: «La dotazione organica attuale prevede 35 medici, 80 infermieri e 24 Oss. In servizio presso l’Unità Operativa di Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza area d’emergenza – pronto soccorso (Mcau) abbiamo 37 medici, 82 infermieri e ben 45 Oss. Per quanto riguarda gli psicologi attualmente ne abbiamo uno e grazie alla graduatoria esitata dopo la selezione bandita il mese scorso ne abbiamo assegnato un altro che prenderà servizio la prossima settimana. Credo quindi che non servano altre spiegazioni».

«Il nuovo Pronto Soccorso dell’Arnas Civico di Palermo è opera di cui bisogna dare merito al Commissario Migliore- dice Di Salvo- Così come bisogna dare merito alla Direzione Sanitaria, alla Direzione infermieristica, al Direttore di Uoc, ai coordinatori ed a tutto il personale che vi operano con dedizione e con sacrificio. Bisogna però dire che il dimensionamento del personale necessario al funzionamento di un presidio così straordinario non può fare riferimento a dei parametri, seppure lievemente ritoccati, che già erano inadeguati per la vecchia struttura».

Infine, il sindacalista della Fials sottolinea: «È necessario che la dotazione organica di questo Pronto Soccorso, il secondo per importanza nel sud Italia, sia calibrata in deroga ai parametri delle altre Aree di Emergenza. Questo chiede la Fials all’assessore Razza e lo chiede in sinergia con gli sforzi già profusi da tutti gli attori già citati in precedenza. La cittadinanza e gli operatori non meritano meno di questo progetto e di queste attenzioni».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.