Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
cimo collodoro

ASP e Ospedali

La denuncia di Collodoro

Arnas Civico e Villa Sofia, il sindacato Cimo: «Sospesi i ricoveri di Neurochirurgia»

Lo denuncia il vicesegretario regionale Angelo Collodoro, che chiede pure lo stop all'attività intramoenia.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Per motivi diversi, entrambi riconducibili all’emergenza Coronavirus, sono stati momentaneamente sospesi i ricoveri di Neurochirurgia di due ospedali palermitani.

Lo denuncia Angelo Collodoro (nella foto), vicesegretario regionale del sindacato Cimo, che punta l’indice contro «questo intollerabile ed inaccettabile abbassamento del livello assistenziale» e sottolinea: «A Villa Sofia i ricoveri sono stati stoppati dopo la scoperta di altri casi di positività tra pazienti e operatori sanitari. Erano risultati negativi al tampone rapido ma appunto poi positivi al tampone molecolare».

Non va meglio all’Arnas Civico: «Anche in questo caso la Neurochirurgia è chiusa in attesa del trasferimento in un altro padiglione, deciso per lasciare spazio ai ricoveri Covid nel padiglione 4. Inoltre è assurdo che in questa fase di emergenza sia ancora consentita l’attività intramoenia, che di fatto distoglie alcuni chirurghi e anestesisti dai reparti Covid-19».

Infine, Collodoro segnala pure che all’ospedale Ingrassia «una sala del pronto soccorso è momentaneamente chiusa per problemi all’impianto fognario e un ascensore montalettighe è fermo causa guasto».

AGGIORNAMENTO ORE 13: all’Arnas Civico il reparto di Neurochirurgia è stato trasferito nel padiglione 7, dove sono disponibili 13 posti letto (dei quali al momento 11 occupati).

AGGIORNAMENTO ORE 15

Da Villa Sofia-Cervello, contattata da Insanitas per una replica, precisano: «Nel reparto di Neurochirurgia (presidio Villa Sofia) sono stati riscontrati 10 soggetti positivi al Coronavirus, di cui 6 operatori sanitari e 4 pazienti. Pertanto, sono stati sospesi tempestivamente sia i ricoveri ordinari che quelli urgenti e ancora tutte le attività ambulatoriali, comprese quelle svolte in intramoenia (o regime ALPI).

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati