ospedale civico

Arnas Civico di Palermo, sindacati in stato di agitazione: «Gestione fallimentare»

19 Aprile 2018

Chiesta un'audizione urgente all'assessore Razza. Sotto accusa il commissario Giovanni Migliore, che replica: «Sono stati già convocati per oggi. Li ascolteremo per comprendere quali sono le richieste e per valutare le proposte».

 

di

PALERMO. Sindacati in stato di agitazione all’Arnas Civico di Palermo. In un durissimo documento inviato all’assessore Ruggero Razza, le sigle Cimo, Anaao Assomed, Anpo, Cgil Medici Fp, Uil Fpl ed Snr puntano l’indice contro la gestione aziendale, a loro parere “fallimentare”.

Insanitas ha chiesto ieri una replica al commissario Giovanni Migliore, che sottolinea: «Abbiamo già convocato per il 19 aprile tutti i sindacati, non solo quelli che hanno firmato quel documento. Li ascolteremo per comprendere quali sono le richieste e per valutare le proposte».

Secondo i sindacati autori della protesta, all’Arnas Civico «la gestione manageriale è caratterizzata da annunci e proclami, nella maggior parte dei casi rimasti tali. In altri si sono concretizzati in azioni che hanno condizionato confusione, come i modelli organizzativi per intensità di cure, talora sconcerto come i traslochi di Unità Operative ed i trasferimenti di strumentazioni e personale. Certamente non solo non hanno risolto problematiche pre-esistenti, ma hanno contribuito a generarne di nuove».

Nel documento (leggi qui) si punta l’indice contro «sprechi, una gestione sconcertante degli spazi assistenziali,  un’organizzazione del lavoro confusionaria e con profili di illegittimità».

Inoltre, secondo i sindacati «tutte le azioni elencate sono state fortemente volute, e talora imposte dal Commissario, senza una formale e diretta assunzione di responsabilità sul provvedimento, demandata puntualmente ai sottoposti quadri dirigenziali. Emblematica in proposito la dimissione del direttore amministrativo a fronte del disconoscimento di una procedura di cui lo stesso Commissario non poteva non essere al corrente».

I sindacati ritengono «indifferibile una valutazione di merito e di metodo sul modus operandi della direzione strategica dell’Arnas, con particolare riferimento alle tematiche esposte, che costituiscono comunque la punta dell’iceberg di una più generale “disamministrazione”».

Infine, nel documento inviato a Razza richiedono «un’audizione urgente per verificare ed approfondire quanto esposto affinché siano assunte le determinazioni che il caso richiede».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV