Arnas Civico, lavoratori pronti a scioperare: «Gravi carenze di organico»

25 Ottobre 2019

Le sigle Fials, Nursing up, Nursind, Uil, Cisl, Cgil e le Rsu hanno discusso dei "gravi disagi conseguenti anche alla mancanza di un reale piano aziendale di impiego delle risorse". Il 5 novembre si terrà un'assemblea invitando il management per un confronto pubblico.

 

di

Lavoratori dell’Arnas Civico di Palermo in stato di agitazione e pronti allo sciopero per protestare “contro le gravi carenze di organico che impediscono persino di garantire i turni di guardia”.

Nell’assemblea che si è svolta ieri nell’aula magna dell’ospedale dei bambini, le sigle Fials, Nursing up, Nursind, Uil, Cisl, Cgil e le Rsu hanno discusso dei “gravi disagi conseguenti alla carenza di personale e alla mancanza di un reale piano aziendale di impiego delle risorse”.

Hanno preso la parola i lavoratori dell’autoparco, radiologia, pronto soccorso pediatrico, chirurgia pediatrica, laboratorio analisi, amministrazione, medicina interna e pediatrica e di altri reparti e servizi.

Presenti Mario Di Salvo per la Fials, Vincenzo Augello per il Nursind, Giuseppe La Barbera per il Nursing Up, Giuseppe Pizzo per la Uil, Emanuele Bordonaro per la Cisl, Filippo Trupia per la Cgil e Aurelio Guerriero coordinatore delle Rsu.

“Se non si investe in personale ed apparecchiature per i servizi – spiegano i sindacati – l’azienda morirà per asfissia. Operare solo tagli per il personale comporterà la paralisi di fatto ed impedirà ai conti di invertire la tendenza in atto”.

Tra le criticità anche “la Risonanza magnetica sottratta alla pubblica disponibilità e i 9 pazienti inviati dalla Neuroradiologia al Policlinico di Messina durante questi ultimi mesi”.

Le sigle hanno ricordato come “dopo che la struttura è stata destinata ad essere un mega pronto soccorso, adesso si pretende produttività sulle prestazioni senza personale e senza investimenti, cercando di diminuire numericamente il personale di guardia ed esponendo i pazienti a rischio clinico ed attese lunghissime anche per gli esami strumentali, in evidente violazione alle linee guida ed ai decreti sull’emergenza urgenza. Il personale è ben oltre il burnout ed i consuntivi dei turni di servizio svolti e custoditi presso le direzioni sanitarie lo documentano e sono a disposizione degli organismi preposti al controllo”.

È stato deciso di organizzare per il 5 novembre un’assemblea nei locali dell’Arnas Civico invitando il management per un confronto pubblico, oltre a promuovere forme di tutela con segnalazione agli organi competenti per il ripristino della legalità e a protezione del personale e dei coordinatori, spesso impossibilitati a seguire quanto imposto dalle norme.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV