ASP e Ospedali

La presentazione

Anestesia e Rianimazione del Cannizzaro, Borraccino nuovo direttore

Proveniente dall'ospedale Garibaldi, è tornato da direttore, al termine della selezione pubblica, nel reparto dove aveva prestato servizio nel corso del 2004.

Tempo di lettura: 2 minuti

CATANIA. Un doppio “passaggio di consegne” tra i due predecessori, Carmelo Denaro e Maria Concetta Monea, e il nuovo direttore dell’Unità Operativa Complessa di Anestesia e Rianimazione dell’Azienda Ospedaliera Cannizzaro, Savino Borraccino, insediatosi qualche settimana fa, si è svolto nella Direzione dell’Azienda Ospedaliera Cannizzaro. È stato un momento di confronto, voluto da Salvatore Giuffrida, direttore generale, alla presenza di Diana Cinà, direttore sanitario, e di Anna Maria Longhitano, dirigente medico della Direzione di presidio, nonché di una rappresentanza di medici rianimatori dell’UOC.

«Soprattutto in una struttura per l’emergenza come il Cannizzaro- ha spiegato Giuffrida- all’Anestesia e Rianimazione non si può non riconoscere una centralità fra le discipline, è il cuore pulsante di gran parte delle attività dell’ospedale. Tuttavia, talvolta, il ruolo del medico rianimatore non è stato probabilmente considerato come meriterebbe: è la figura di cui non si può fare a meno, che mette il sigillo della sicurezza su ogni procedura assicurando la sua presenza e sulla quale talune criticità vengono caricate e quindi positivamente risolte. Per questo siamo grati ai medici rianimatori, che al Cannizzaro hanno costruito un gruppo valido e coeso, grazie al lavoro impostato dal dott. Denaro e dalla dott.ssa Monea, e ora coordinato dal dott. Borraccino, dopo un breve periodo in cui le funzioni sono state ottimamente svolte dal dott. Walter Tagnese».

Savino Borraccino, 54 anni, proveniente dall’Ospedale Garibaldi, è tornato da direttore, al termine della selezione pubblica, nel reparto dove aveva prestato servizio nel corso del 2004: «L’Anestesia e Rianimazione del Cannizzaro è un servizio particolarmente complesso, impegnato a ciclo continuo, con un carico considerevole rispetto al quale nessuno si tira mai indietro. Ho apprezzato da subito- ha detto il nuovo primario- l’imprinting fornito dai colleghi Denaro e Monea e sulla loro esperienza farò sicuro affidamento. Sono contento di lavorare con un gruppo che dimostra di avere entusiasmo, coesione, altissima professionalità».

Il direttore dell’UOC di Anestesia e Rianimazione con Terapia Intensiva e Trauma Center (questa la denominazione completa) aveva già svolto, nei giorni scorsi, un altro incontro con il personale infermieristico: un’occasione di confronto utile ad approfondire e migliorare le dinamiche e l’organizzazione interna all’Unità Operativa, tra le maggiori dell’Azienda Cannizzaro in termini di numero di dipendenti e di posti letto.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche