Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

L'esito del referendum

Anaao Assomed: «Il No dei siciliani è anche per protesta contro le politiche sanitarie del governo Crocetta»

Secondo il sindacato dei medici la bocciatura dalle riforma costituzionale «assume un chiaro significato politico: bocciare questo governo regionale, incapace in 3 anni di concludere il percorso di efficientamento della Rete Ospedaliera».

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «L’ampia vittoria del “NO” in Sicilia (oltre il 71% degli aventi diritto), assume un chiaro significato politico: bocciare questo Governo Crocetta, incapace in 3 anni di concludere il percorso di efficientamento della Rete Ospedaliera».

Lo scrive il sindacato Anaao- Assomed, riferendosi all’esito del Referendum per la riforma della Costituzione, aggiungendo: «È scandaloso il modo in cui si è platealmente cercato di rinviare la definizione di questo importante strumento di gestione della Sanità pubblica».

«Il risultato ottenuto? Niente Rete Ospedaliera, niente concorsi, niente stabilizzazione di tutti i precari della Sanità che in questi anni hanno garantito insieme ai dirigenti medici, sanitari, veterinari e il personale del comparto la spendibilità dei Livelli essenziali di assistenza».

«Basta a giochi di sottogoverno e di anomalo procacciamento del consenso- precisa Pietro Pata, segretario regionale di Anaao Assomed Sicilia- L’assessore Gucciardi deve presentare al più presto la Rete Ospedaliera, il Governo di cui fa parte deve decretare la Rete e quindi iniziare subito la stagione concorsuale».

«Lo standard dell’assistenza sanitaria siciliana sta scendendo di livello. Il 9° posto raggiunto nel 2014 nella graduatoria nazionale in rapporto agli esiti di salute (PNE), si è ormai perduto.  Chiediamo cose semplici e concrete- continua Pata- Rete ospedaliera subito, concorsi sbloccati subito ed immissioni in servizio dei vincitori del concorso, subito.  Si esca fuori dal guado con uno scatto di orgoglio. L’Anaao- Assomed Sicilia è pronta a fare la sua parte in tutte le sedi competenti».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati