Policlinici

Il riconoscimento

Amiloidosi cardiaca, il Policlinico “Giaccone” Centro di riferimento regionale

I medici di riferimento sono la professoressa Giuseppina Novo, direttore facente funzioni dell'unità operativa, e la dottoressa Daniela Di Lisi.

Tempo di lettura: 3 minuti

L’unità operativa di cardiologia del Policlinico è stata identificata dall’assessorato regionale per la Salute come Centro di riferimento regionale per il trattamento dell’amiloidosi cardiaca. I medici di riferimento sono la Professoressa Giuseppina Novo, direttore facente funzioni dell’unità operativa, e la Dottoressa Daniela Di Lisi.

L’amiloidosi è una malattia rara causata dalla deposizione a livello di diversi organi, come il cuore, il sistema nervoso, il tratto gastrointestinale e il sistema muscolo-scheletrico, di fibrille di amiloide. L’interessamento del cuore è tra le localizzazioni più temibili in quanto provoca una grave forma di insufficienza cardiaca che si manifesta con difficoltà respiratoria, astenia e ridotta tolleranza allo sforzo. Ma quando questi sintomi compaiono la malattia è già in una fase molto avanzata.

“Poiché sono oggi disponibili delle terapie che possono modificare la storia della malattia – spiega la Professoressa Novo – è importante sospettarla e diagnosticarla precocemente”.

Presso l’UOC di Cardiologia dell’AOUP è attivo un ambulatorio dedicato alle cardiomiopatie che da anni si occupa di questa patologia, dispone di tecnologie avanzate necessarie per la diagnosi e ha sviluppato delle sinergie i con altri specialisti, in considerazione della multidisciplinarietà della malattia.

In particolare i cardiologi collaborano in team con i neurologi, i radiologi, i medici di medicina nucleare, i radiologi, i gastroenterologi, gli ematologi, gli internisti e i medici di laboratorio. “E grazie a questa esperienza – sottolinea la professoressa Novo – la nostra unità operativa è stata identificata come centro di riferimento regionale”.

I pazienti con sospetta amiloidosi cardiaca, per accedere all’ambulatorio dell’AOUP per confermare il sospetto diagnostico e intraprendere l’iter terapeutico, possono inviare una richiesta, corredata di una sintesi della propria storia clinica, alla mail cardiomiopatieambu@gmail.com.

“Questa opportunità terapeutica– afferma il Commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera universitaria, Maria Grazia Furnari- si aggiunge alle altre offerte di cura dell’unità operativa di Cardiologia e rappresenta un ulteriore tassello nel complesso dei servizi di eccellenza dedicati ai pazienti e un’importante tappa della collaborazione tra azienda ospedaliera e università nel processo di integrazione tra le attività assistenziali, la formazione e la ricerca biomedica e clinica”.

L’offerta assistenziale del “Paolo Giaccone” nel settore cardiologico comprende anche ambulatori specialistici per lo scompenso cardiaco, l’ambulatorio di cardiopatia ischemica, l’ambulatorio valvulopatie e cardiopatie strutturali e l’ambulatorio di Cardio-Oncologia. Quest’ultimo, attivato nel 2015, è stato il primo ambulatorio di cardio-oncologia nato in Sicilia dalla collaborazione con gli oncologi ed ematologi ed offre una preziosa opportunità per prevenire le complicanze cardiovascolari dei pazienti sottoposti a trattamenti antineoplastici e facilitare le terapie anticancro.

Gli specialisti che operano in questo campo hanno sviluppato programmi di collaborazione internazionale culminati con l’elezione della professoressa Giuseppina Novo, che è anche responsabile dell’ambulatorio, tra i membri del Council di Cardio-Oncologia della Società Europea di Cardiologia che si occupa di diffondere le conoscenze in questo ambito e promuovere la ricerca.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche