coronavirus ambulanze

Ambulanze medicalizzate per Covid19, le precisazioni del direttore Alagna

26 Marzo 2020

Ecco la nuova direttiva diramata oggi dall'Assessorato che indica quali DPI devono essere utilizzati dagli operatori sanitario del 118

 

di

Riceviamo e pubblichiamo la replica del Direttore della C.O. 118 di Messina, Bernardo Alagna in riferimento all’articolo “Ambulanze medicalizzate utilizzate per il covid-19, protestano i medici del 118”

 

Gentile Direttore,

mi permetta di replicare senza spirito polemico, non ne ho voglia, né il tempo, all’articolo in oggetto, offrendo invece un chiarimento sulle tematiche espresse in modo errato ed unilaterale dalle note sindacali di SNAMI, FIMMG, FISMU.

I suddetti sindacati contestano il fatto che le disposizioni di servizio non debbono, a loro dire, essere impartite dalla direzione della Centrale Operativa al personale medico delle ambulanze del 118, e da chi se no?

La centrale operativa ha inviato la nota che si allega in copia motivandola, sulla base delle necessità che facilmente si intuiscono leggendo la nota stessa.

In particolare entrando nello specifico si precisa che per quanto attiene al trasporto dei casi sospetti

La richiesta di trasporto dal domicilio ai “Covid Hospital” viene quasi sempre fatta giungere alla C.O. 118 dal medico di base o di continuità assistenziale e valutata dal medico di centrale, previo triage telefonico, così come descritto dalle direttive nazionali e regionali.

LE ambulanze 118 “Covid 19” non vengono impegnate per eseguire tamponi a domicilio, ma tale attività è svolta invece dall’Asp di Messina a cui è stata fornita un auto con autista soccorritore dalla Seus Scpa.

A tal proposito si specifica che questa attività viene eseguita in forma volontaria ma retribuita con incentivo, dai medici di emergenza urgenza (E.S.T.).

Per quanti riguarda le i DPI (tute tiveck e mascherine FFP3) le ambulanze dedicate al Covid 19 in totale ad oggi 5 per la provincia di Messina, sono tutte dotate di DPI con dotazione superiore a quelle indicate dall’ultima nota dell’Assessorato in materia. Per quanto attiene alla formazione all’uso di DPI da parte degli operatori sanitari, questa Direzione di Centrale Operativa co lungimiranza, ha effettuato in data 23, 24, 25 maggio 2019 un corso di oltre 400 persone presso il centro di formazione dell’Azienda Ospedaliera Papardo, per autisti soccorritori, infermieri e medici delle ambulanze del 118 ed elisoccorso per i DPI sopra descritti, tenuto in collaborazione con uno specialista della ditta fornitrice.

Si fa presente inoltre che anche in occasione del G7 di Taormina, questa Centrale in collaborazione con la C.O. 118 di Palermo ha tenuto presso l’aeroporto di Boccadifalco un corso NBCR gestito dal comando regionale dei Vigili del Fuoco per l’uso delle tute di biocontenimento per oltre 100 persone del 118. Le certificazioni di entrambi questi corsi, ancora non ritirate, sono disponibili in centrale operativa. Si precisa inoltre che così come previsto dal decreto assessoriale del 24 gennaio 2018, pubblicato sulla GURS del 16 febbraio 2018 l’approvazione dei farmaci e presidi (DPI) è responsabilità delle Farmacie delle Asp previa richiesta del medico del 118 dell’ambulanza.

LA direzione di questa centrale, vista l’attuale carenza di rifornimento alle ambulanze da parte delle farmacie Asp, sta provvedendo al rifornimento di DPI acquistati nel maggio del 2019, attingendo dal proprio deposito, ed in parte con quelle fornite dalla Protezione Civile Regionale.

Egregio Direttore, mi permetta però di esprimere una mia considerazione,

in un momento così drammatico, visto lo stato di pandemia, a cui il sistema sanitario sta facendo fronte con notevoli sacrifici da parte di medici, infermieri e soccorritori che operano in prima linea mettendo a rischio la propria incolumità e nel rispetto di chi ha perso la vita, dispiace sottolineare che i Responsabili provinciali di SNAMI, FIMMG, FISMU, nelle loro note del 24 e 25 marzo scorso, al fine di incentivare il mantenimento del servizio, richiedano un compenso di 60 euro l’ora per le ambulanze Covid-19 ed il riconoscimento dello straordinario di 15 euro l’ora oltre l’orario di servizio istituzionale.

Cordiali saluti, Bernardo Alagna, direttore Servizio Emergenza Urgenza ed Elisoccorso 118 di Messina.  

Clicca qui per scaricare la nota dell’assessorato con le nuove disposizioni sui DPI da utilizzare da parte degli operatori sanitari del 118 

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV