Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

La nota

Amato (OPI Palermo): «Vaccinarsi è per gli operatori sanitari un dovere etico e professionale»

Il presidente dell'Ordine degli Infermieri di Palermo: "Piena disponibilità a collaborazione con assessore Razza, vertici assessorato e commissario straordinario Costa".

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Gli infermieri hanno il dovere morale e professionale di vaccinarsi per la lotta al Coronavirus. È un vincolo etico al quale non ci si può sottrarre». Lo afferma il presidente dell’Ordine degli Infermieri di Palermo, Nino Amato, che commenta così la notizia annunciata dall’assessore regionale Ruggero Razza, dell’avvio della campagna vaccinale antiCovid, previsto per il prossimo 27 dicembre.

«Noi infermieri siamo da mesi in prima linea nella lotta contro questo mostro – continua Amato – molti di noi si sono contagiati e purtroppo qualcuno ha anche perso la vita a causa del Coronavirus. Siamo rimasti al nostro posto in trincea con sacrificio e abnegazione perché questo lavoro è una missione di vita. E con il consueto senso di responsabilità effettueremo le vaccinazioni per debellare questo nemico invisibile e crudele».

Nei giorni scorsi il presidente Amato ha inviato una nota ufficiale all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, ai vertici dell’assessorato e al commissario straordinario, Renato Costa, esprimendo la piena disponibilità dell’Ordine degli Infermieri di Palermo a collaborare attivamente per gli aspetti gestionali e organizzativi della prevenzione e della campagna vaccinale.

«Rappresentiamo migliaia di operatori della sanità a Palermo e provincia – aggiunge Amato – ognuno con un importante bagaglio di esperienze e know how conseguito sul campo. Siamo certi di potere dare un autorevole e concreto contributo alla politica sanitaria siciliana, soprattutto in questa difficile fase storica».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati