Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

La nota

Amato (OPI Palermo): «Basta violenze nei Pronto soccorso»

«Servono fatti per fermare questo scempio», commenta il presidente provinciale dell'Ordine degli Infermieri, annunciando un'iniziativa con il coinvolgimento di tutti i protagonisti in trincea nei nosocomi.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «Siamo davanti a un fenomeno che non è più circoscritto, la violenza e la devastazione dei Pronto soccorso cittadini sta diventando una costante a cui nessuno riesce a opporsi. Non bastano parole di solidarietà, servono fatti per fermare questo scempio». È lapidario il commento del presidente dell’Ordine degli Infermieri di Palermo, Nino Amato (nella foto di Insanitas), sui fatti gravissimi avvenuti martedì scorso nell’area di emergenza dell’Arnas Civico.

«Da troppo tempo denunciamo che negli ospedali c’è un clima pericoloso- aggiunge Amato- in virtù del quale ci si sente autorizzati a compiere gesti indegni e vergognosi. A farne le spese non sono soltanto gli operatori vittime di questa brutalità, ma tanti cittadini onesti che a causa di queste devastazioni, non possono essere assistiti come è giusto che sia».

L’Ordine degli Infermieri di Palermo ha in cantiere un’iniziativa a cui parteciperanno anche l’Ordine dei Medici e i rappresentanti istituzionali. «Ieri abbiamo parlato con il manager dell’Arnas Civico, Roberto Colletti, con cui ci incontreremo prima possibile. E nei prossimi giorni, dedicheremo un approfondimento con il coinvolgimento di tutti i protagonisti ogni giorno in trincea nei nosocomi».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati