ibla soccorritori 118 Ortigia precari livelli occupazionali cda seus snami seus contratto lettera ambulanza medicalizzata sottiletta affogata

Alcamo, bimba stava soffocando: salvata da soccorritrice fuori servizio del 118

28 Giugno 2019

Adriana Ferrara, dipendente della Seus, mentre passeggiava ha sentito urla e richieste di aiuto: «Ho subito compreso che la situazione fosse grave, rischiava di morire affogata da una sottiletta. Era cianotica e con la bava alla bocca». La mamma della piccola: «Grazie, sei stata il nostro angelo custode».

 

di

Una soccorritrice del 118 mentre era al di fuori dagli orari di lavoro ha salvato la vita di una bimba di circa 13 mesi. È successo ad Alcamo, per la precisione in viale Europa. Adriana Ferrara, dipendente della Seus, mentre passeggiava ha sentito urla e richieste di aiuto.

«Ho visto un uomo che teneva una bimba di circa un anno a testa in giù, scuotendola- racconta- Ho subito compreso che la situazione fosse grave e mi sono precipitata a soccorrere la bimba, che stava rischiando di morire soffocata a causa di una sottiletta. Era, infatti, cianotica e con la bava alla bocca».

Per fortuna il tempestivo e professionale intervento della soccorritrice del 118 ha scongiurato il peggio. Adriana Ferrara ha praticato le manovre per disostruire le vie respiratorie della piccola, fino a farle espellere ciò che la stava soffocando. Intanto alcuni passanti avevano chiamato il 118 di Alcamo e quando l’ambulanza è giunta sul posto la piccola aveva ripreso a respirare.

La soccorritrice della Seus è stata pubblicamente ringraziata dalla mamma della bimba, anche con un post su Facebook:  «Senza di te non so come sarebbe finita, per fortuna eri lì a soccorrere la mia bambina. L’hai salvata, sei stata il nostro angelo custode e non basterà una vita intera per ringraziarti. Che Dio di benedica…».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV