ASP e Ospedali

Villaggio Mosè e Monserrato

Agrigento, via libera dall’Asp all’apertura di due nuovi ambulatori

Il direttore generale Salvatore Lucio Ficarra ha autorizzato l’apertura di due sedi accessorie dell’Unità complessa di cure primarie nei popolosi rioni cittadini del Villaggio Mosè e di Monserrato.

Tempo di lettura: 2 minuti

Due nuovi presìdi sanitari offriranno assistenza all’utenza agrigentina implementando le attività di pronto intervento sul territorio. Il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento, Salvatore Lucio Ficarra (nella foto), ha infatti autorizzato l’apertura di due sedi accessorie dell’Unità complessa di cure primarie (UCCP) nei popolosi rioni cittadini del Villaggio Mosè e di Monserrato.

Gli ambulatori saranno attivi sia nelle ore diurne che in quelle notturne assicurando cure e medicazioni in due grossi centri abitati sinora sprovvisti di questo tipo di assistenza. La prossima attivazione dei presìdi avviene sulla scia di quella, risalente a circa un anno e mezzo fa, del Punto di primo intervento all’interno del poliambulatorio di via Giovanni XXIII che ha dato positivi riscontri in merito alla gamma ed alla qualità delle prestazioni sanitarie offerte all’utenza.

«Con questo provvedimento- afferma il direttore Ficarra – si facilita l’accesso alle cure in due frazioni agrigentine ad alta densità abitativa in cui non insistono servizi sanitari. L’attivazione delle sedi consentirà inoltre di ottenere un risultato di grande importanza ossia quello di decongestionare i pronto soccorso ospedalieri riducendo sostanzialmente gli accessi impropri».

La sede accessoria UCCP del Villaggio Mosè servirà di fatto ben 5798 residenti mentre quella di Monserrato avrà in carico 2836 cittadini cui si aggiungono i 3435 abitanti della vicina Villaseta. Si tratta di una scelta sanitaria che, garantendo prestazioni territoriali di medicina generale e pediatria, assistenza infermieristica ed i servizi di guardia medica, rilancerà l’azione delle cure territoriali riducendo il numero dei ricoveri ospedalieri inappropriati

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.