Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
petizione infermieri precari concorsi

Dal palazzo

L'appello dell'Ipasvi

Aggressioni nei Pronto soccorso, gli infermieri lanciano un Sos ai manager degli ospedali palermitani

L'appello dell'Ipasvi: «Vanno attuate le direttive ministeriali per la prevenzione di questi episodi, con un programma specifico che valuti i rischi nei luoghi di lavoro».

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «La violenza nei Pronto soccorso sta diventano un’emergenza. Come tale va prevenuta, utilizzando gli strumenti previsti dal ministero della Salute». Lo chiede il Collegio degli infermieri della provincia di Palermo (Ipasvi) nella lettera aperta indirizzata ai manager dell’Arnas Civico, dell’ospedale Villa Sofia- Cervello, dell’Asp e del Policlinico Giaccone.

«Il rischio di subire aggressione per infermieri e operatori sanitari- scrivono i rappresentanti degli infermieri- è sempre più alto, con effetti negativi sia per i lavoratori sia per l’utenza. Vanno attuate in toto le direttive ministeriali per la prevenzione di questi episodi, con un programma specifico che valuti i rischi nei luoghi di lavoro».

Il collegio Ipasvi ha organizzato quest’anno, il collaborazione con il gruppo Triage, percorsi formativi che hanno dato ottimi risultati. «La formazione- si legge nella lettera aperta-  è il nodo cruciale per contrastare questi episodi perché consente di gestire queste situazioni di particolare stress. Alla luce della nostra esperienza, ribadiamo ai vertici delle aziende ospedaliere della città, la nostra disponibilità a creare percorsi formativi e di sistema».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati