Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Case di cura

L'intervento di Barbara Cittadini

Aggressioni negli ospedali, l’Aiop Sicilia: «Urge rifondare il rapporto tra medici e pazienti»

Il presidente Barbara Cittadini: «Totale solidarietà ai medici del dipartimento oncologico La Maddalena e a tutti coloro che hanno dovuto sperimentare atti intimidatori e violenze nell'esercizio delle loro funzioni».

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «Desidero esprimere la mia totale solidarietà ai medici del dipartimento oncologico La Maddalena, vittime di una deprecabile aggressione, e a tutti i medici che hanno dovuto sperimentare atti intimidatori e violenze nell’esercizio delle loro funzioni».

Lo afferma Barbara Cittadini (nella foto), presidente di Aiop-Sicilia, stigmatizzando con forza i numerosi casi di aggressioni contro i medici siciliani e invocando il ripristino di un clima di distensione per garantire un’adeguata assistenza sanitaria.

«Vi è un’improcrastinabile esigenza di intervenire per ripristinare il corretto rapporto tra medico e paziente, una relazione fondata sulla fiducia reciproca tra cittadini e operatori sanitari a beneficio della tutela del diritto alla Salute. Le strutture associate all’Aiop garantiscono un’assistenza che ha attenzione alla qualità della prestazione ma, anche, a quella del rapporto umano – aggiunge Cittadini- Non possiamo tollerare casi di intolleranza e di violenza nei confronti dei medici e del personale delle strutture sanitarie che ogni giorno, con grande sensibilità e professionalità, svolgono il delicatissimo compito di assistere i pazienti in un percorso di sofferenza. Stigmatizziamo, quindi, ogni comportamento violento».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati