Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
accompagnatori

Dal palazzo

L'annuncio dell'assessore

Aggressione al Vittorio Emanuele, Razza: «Pronti a vietare l’accesso degli accompagnatori al Pronto soccorso»

L'annuncio dell'assessore regionale alla Salute al termine della riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, convocato dal prefetto Silvana Riccio.

Tempo di lettura: 1 minuto

CATANIA. «Abbiamo immaginato misure ancora più stringenti proprio per il pronto soccorso del Vittorio Emanuele di Catania come il divieto d’accesso anche per gli accompagnatori del paziente in visita. È un atto che potrà risultare impopolare, ma oramai la riteniamo l’unica strada utile per fronteggiare questa recrudescenza di episodi violenti».

Lo dice l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza al termine della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocato dal prefetto Silvana Riccio dopo il tentativo di aggressione nei confronti di una medico del pronto soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele.

Inoltre sottolinea: «Ringrazio il prefetto di Catania per la sensibilità mostrata al tema e sono grato alle forze di polizia che hanno stabilito di incentivare il servizio di pattugliamento nell’area del Vittorio Emanuele».

Al vertice, oltre ai rappresentanti delle forze dell’ordine, hanno preso parte anche i commissari delle aziende ospedaliere catanesi ed il neo assessore comunale alla Sanità, Giuseppe Arcidiacono. Ieri pomeriggio Razza ha effettuato un sopralluogo a sorpresa al pronto soccorso del Vittorio Emanuele incontrando i medici e gli operatori sanitari in servizio nella struttura.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati