ASP e Ospedali

I dettagli

Aggredito medico dell’Umberto I, solidarietà dall’Ordine di Enna

Il presidente Renato Mancuso annuncia: "Ci costituiremo parte civile nel procedimento penale a carico del responsabile del reato".

Tempo di lettura: 2 minuti

Dirigente medico aggredito durante l’esercizio delle proprie funzioni presso l‘Umberto I di Enna, a darne notizia l’Ordine dei Medici. Il grave e violento episodio è accaduto negli scorsi giorni, come testimonia anche l’intervento delle forze dell’ordine. Un familiare di un paziente ricoverato ha aggredito fisicamente un sanitario all’interno del reparto.

«Questi esecrabili episodi di violenza sono da condannare con fermezza, per questo motivo- dichiara il presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Enna, Renato Mancuso (nella foto)– L’Ordine di Enna annuncia di volersi costituire parte civile nel procedimento penale a carico del responsabile del reato. Al collega vittima della grave vicenda va la solidarietà e il sostegno del Consiglio dell’Ordine».

Tale episodio- non è il primo ad accadere presso il nosocomio ennese- dimostra come il malcostume di aggredire i sanitari sia un atteggiamento sempre più dilagante, perdendo di vista il ruolo che i medici e tutto il personale sanitario svolgono all’interno della società.

«La riflessione da fare- continua Mancuso- è dunque di carattere generale e culturale, e riguarda la necessaria e imprescindibile tutela di tutto il personale sanitario a garanzia dell’erogazione di un servizio che gli addetti ai lavori devono poter svolgere in condizioni di assoluta serenità».

La violenza oggi viene concepita quasi come una modalità di relazione e per contrastarla diventa necessario la certezza della pena e la prevenzione.

«Ci auguriamo- conclude il Presidente- che questo sia l’ultimo grave episodio di violenza ai danni di sanitari che svolgono solo il proprio lavoro».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche