Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

«La chiusura è penalizzante per il territorio»

Maggio (Pd): «Punto nascite di Petralia, il ministro Lorenzin ritorni sui propri passi»

Secondo la deputata regionale «decisioni di questa gravità non possono essere assunte solo sulla base di criteri matematici o, peggio, da motivazioni di natura politica».

Tempo di lettura: 2 minuti

«Non convincono le riflessioni del Ministro che portano alle decisione della chiusura del punto nascita di Petralia, anche perché per la struttura di riferimento, che rientra nella norma dal punto di vista tecnico, è previsto anche il potenziamento del personale necessario».

Così la presidente del commissione Territorio ed Ambiente all’Ars, Mariella Maggio commenta la decisione del ministero di mettere definitivamente i sigilli sul reparto Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Madonna dell’Alto che garantirà esclusivamente le emergenze giudicate tali dal personale medico.

«Sarebbe interessate sapere se per il mantenimento e la chiusura di altri punti nascita su tutto il territorio nazionale, sono stati adottati in maniera omogenea gli stessi criteri, se sono state approfondite le relazioni a corredo della richiesta relativa a Petralia e, soprattutto, se il Ministro è stato messo a conoscenza delle condizioni dal punto di vista territoriale e della grave penalizzazione viaria di cui soffre il territorio madonita».

«Decisioni di questa gravità non possono essere assunte solo sulla base di criteri matematici – conclude Mariella Maggio – Quindi è ancor più sconcertante il solo pensiero che alla base delle scelte ci possano essere motivazioni di natura politica, che ancora una volta condurrebbero alla discriminazione dei siciliani e tra gli stessi. Pertanto è necessario, che il Ministro rivaluti attentamente una scelta che penalizzerebbe il diritto sanitario alla maternità».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati