Ospedale Piemonte, effettuate 600 visite gratuite durante l’iniziativa di prevenzione del rischio cardioembolico

12 luglio 2017

Il bilancio della campagna di sensibilizzazione “Mantieni il ritmo, salva il cervello” che si è volta nel nosocomio messinese.

 

di

MESSINA. Nell’ambito della campagna di sensibilizzazione “Mantieni il ritmo, salva il cervello”, tenutasi dal 26 al 30 Giugno all’Ospedale Piemonte, durante la quale presso gli ambulatori di Cardiologia i soggetti di età superiore a 60 anni hanno avuto la possibilità di effettuare uno screening cardiologico e neurologico gratuito, sono state effettuate circa 600 visite (una media di 120 al giorno).

Lo fa sapere Gaetano Cannavà (nella foto), responsabile dell’U.O. di Cardiologia, dando notizia pure dei risultati:

  • riscontro di n. 9 pazienti con fibrillazione atriale a loro sconosciuta per cui è stato prescritto trattamento anticoagulante;
  • n. 5 pazienti ricoverati in urgenza per gravi bradiaritmie sintomatiche, ai quali è stato impiantato un pacemaker;
  • n. 82 pazienti con elevato rischio cardioembolico, che stanno seguendo un protocollo diagnostico terapeutico.

«Non posso che esprimere a nome di tutta la direzione, ma anche come cittadino, la mia gioia nel vedere professionisti che credono nella propria missione- afferma il direttore generale del Bonino Pulejo- Piemonte, Angelo Aliquò– È bastato davvero poco per dare impulso a medici, infermieri, tecnici e ausiliari che già lavoravano all’Ospedale Piemonte unendo forze nuove e spesso giovani che hanno trovato una opportunità di lavoro, per fare rinascere una struttura che sembrava destinata a scomparire».

Poi Aliquò aggiunge: «La cardiologia coordinata dal dott. Cannavà è un esempio significativo di questo momento felice, ma è opportuno ringraziare tutti gli operatori per il loro impegno e per avere reso possibile la restituzione del vecchio Ospedale Piemonte alla città di Messina e al territorio rendendolo il Nuovo Ospedale Piemonte.  L’iniziativa sarebbe stata utile in ogni caso, ma il fatto di sapere, alla lettura dei dati, che con ogni probabilità è stata salvata almeno una vita, l’ha resa straordinaria».

 

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Made with by DRTADV